AVVISO AI LETTORI:

AVVISO AI VISITATORI: Questo blog è "migrato" da Myblog a Blogger il 1° ottobre 2012. Ho trasferito una parte dei vecchi post in questa nuova "sede", ma chi volesse saperne di più di me, di Lilli e del nostro "passato" può andare a dare un'occhiata QUI

martedì 11 aprile 2017

Ricordo un giorno...

Cara Lilli, 

un giorno, tanto tempo fa, nella casa in affitto dove abbiamo abitato prima che i miei genitori comprassero il luminoso appartamento dove hanno poi vissuto fino all'ultimo, io ero solo una ragazzina e parlavo con alcune mie compagne di scuola che erano venute a studiare con me: volevano farmi andare non so dove insieme a loro e io cercavo di spiegare che mia madre mi aveva già detto di no.

Le amiche mi dicevano che dovevo insistere e allora risposi: "Ma voi non conoscete mia mamma: se lei mi ha detto una cosa, quella rimane! Se mi ha detto no è no e basta, statene certe. Se mi dice si è si, naturalmente. Lei mantiene sempre quello che dice!"

Non è quello lì però il giorno che io ricordo, Lilli.  

Io ricordo bene un altro giorno, un pò di anni dopo, nell'altra casa, quando ero grande ormai e mia madre mi raccontò che era in corridoio, vicino alla mia stanza, quell'altro giorno di un pò di anni prima e di avermi sentito parlare con le mie compagne e dire quelle cose su di lei.

Mi raccontò che quello era stato un momento importante per lei, come madre, perchè aveva capito che stava facendo del suo meglio e che aveva avuto dei buoni risultati perchè le mie parole di quel lontano pomeriggio dimostravano che ai miei occhi di figlia lei era coerente e credibile

E infatti questa è l'opinione che ho sempre avuto di mia madre: una persona che ha certamente commesso degli errori, come tutti i genitori fanno, loro malgrado, ma che ha rappresentato un punto di riferimento fermo e saldo per me. Una persona di cui fidarsi perchè manteneva sempre la parola data. Il che non è poco.

La mia mamma mi raccontò quell'episodio perchè, mi disse, mi augurava in un futuro di essere madre a mia volta e di avere la fermezza necessaria per essere coerente e credibile agli occhi dei miei figli, anche quando avrei dovuto negargli qualcosa per il loro bene, perchè potessero sempre contare su di me sapendo che non sarei venuta mai meno a quanto detto.

Coerenza e credibilità. Unite all'amore infinito che è proprio di un genitore verso i propri figli.

Un bel mix

Oggi, che madre lo sono diventata, capisco molto meglio di allora cosa intendeva lei e l'importanza e la bellezza del suo augurio.

E non è un caso che io mi sia fermata a riflettere e ricordare proprio quest'oggi, che sono 6 anni da quando lei non è più qui con me e penso a quanto sarebbe bello poterle dire ad alta voce e non solo nel silenzio del mio cuore che le sue parole sono rimaste vive e che il suo esempio mi fa da guida, sempre.


18 commenti:

  1. Bellissimo post, Maris.
    Ma non c'è bisogno di alta voce, forse manco del silenzio del cuore: lei lo sa, il suo insegnamento ha funzionato e si vede per come sei cresciuta e per come cresci i tuoi bambini! :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio tantissimo per questo tuo commento, Miki. Davvero.

      Un abbraccio :)

      Elimina
  2. Ha ragione Moz, sei una persona speciale secondo me.
    Purtroppo, come ti avevo scritto, i miei mancano da troppi anni e non ricordo quasi nulla, sarebbe bello "sentire" le loro voci.
    Un affettuoso abbraccio Maris. (sono sempre in alto mare con la casa, perdonami).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Ale, grazie di cuore.
      Gli anni che sono passati per te da quando non ci sono più i tuoi genitori possono aver reso un pò sbiaditi certi ricordi, ma nel cuore l'amore non diminuisce mai, ne sono convinta.
      Ricambio l"abbraccio e non preoccuparti davvero, pensa a sistemare tutto in casa e a risentirci poi con più calma!

      Elimina
  3. Cara Maris, negli ultimi mesi ho compreso quanto è bello avere una mamma, non che non lo sapessi, ma ho avuto bisogno di lei più che mai... lei non è in forma, stiamo facendo delle ecografie per i dolori continui che ha alle ginocchia ... ebbene lei, nonostante questo si è occupata di Michelle nei giorni in qui ero in ospedale... ma non so perchè sogno spesso che muore... senza di lei non saprei come fare... lei è una grande donna, tiene la casa come un gioiello, cucina benissimo, stira meticolosamente...ed è una bravissima moglie, e nonna... come carattere lei e io siamo diverse, anche se con il passare degli anni in verità, noto che ci assomigliamo molto... Non so come farei senza di lei, io non riuscirei a dare al mio papà tutto quello che fa lei...
    Perdere una mamma dev'essere dolorosissimo e i ricordi che affiorano spesso fanno male... Lo so che senza dubbio loro lasciano qualcosa, modellano la nostra vita... ma la morte spesso arriva troppo presto
    Maris, vivi sempre con il suo ricordo, con il ricordo dei suoi insegnamenti... Questo è bellissimo
    Non soffrire nel ricordarla, sono sicura che è orgogliosa della donna e mamma che sei diventata
    Un bacione a te e ai monelli Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia cara ciao!
      Grazie, sei sempre così affettuosa... Mi fa piacere tanto sapere che hai avuto accanto la tua mamma in questo difficile periodo, sarà stata davvero un punto di riferimento fondamentale!
      Ti mando un bacione...e forza sempre, per tutto!

      Elimina
  4. Quello che di loro ci resta negli occhi e nel cuore é quello che ci fa crescere.
    Ti voglio bene, Grande Donna e Madre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Amica dal cuore grande..ti voglio bene anche io!
      Grazie, grazie davvero.

      Elimina
  5. Ho avuto la fortuna di conoscerla.....mi ricordo le sue parole quando vide per la prima volta la mia primogenita...il suo augurio era che potessi essere una mamma presente e decisa....e di ricordi con lei ne ho veramente tanti....Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello leggerti, carissima Amica Mia! Ti ringrazio con tutto il cuore.
      Tu sai che lei aveva un affetto grande per te e di certo dal Cielo vedrà anche come stai crescendo entrambe le tue figlie e sorriderà...
      Un abbraccio forte!

      Elimina
  6. Ciao,
    una fugace visita per farti gli auguri.
    Che questa Pasqua,sia per te ogni giorno foriera di vita e speranza.
    Buona Pasqua
    Tiziano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Tiziano, per il tuo augurio. Serena Pasqua anche a te e famiglia!

      Elimina
  7. Risposte
    1. Ti ringrazio moltissimo, Moky.
      Un abbraccio anche a te.

      Elimina
  8. Eccoci, a leggere le poesie della tua vita. robi e Lina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccovi...vi aspettavo, Amici cari. E vi ringrazio per esserci!

      Elimina
  9. Tua madre ti ha insegnato bene, con l'esempio prima ancora che con le parole. E si capisce dai tuoi post che tu sai fare lo stesso con i tuoi figli!

    RispondiElimina
  10. Ti ringrazio! E' un complimento che mi fa piacere perchè spero davvero di assomigliare almeno un pò alla mia mamma nell'approccio con i miei figli.
    Un bacione.

    RispondiElimina

GRAZIE DEL TUO COMMENTO, TORNA A TROVARMI :-)